5 consigli su come rinnovare l’outdoor

Il 2020 sarà sicuramente un anno alla riscoperta del proprio ambiente domestico, anche in estate. Dopo la ripartenza post Covid, molti clienti ci hanno contattato per avere delle consulenze su come rinnovare il loro outdoor, visto che nei mesi di lockdown, si sono resi conto quanto sia stato trascurato. Perché questo ambiente sia davvero confortevole, è fondamentale progettare il giardino o terrazzo pianificando e predisponendo ogni dettaglio secondo le necessità e la destinazione d’uso immaginata.

Sono Thomas di Piemmegi Serramenti, e con questo articolo proverò ad illustrarti 5 consigli per rinnovare gli spazi esterni : curiosi di scoprire quali sono?

Autorizzazioni e permessi

Prima di installare una copertura per esterno, di qualsiasi tipo, è bene innanzitutto conoscere le autorizzazioni necessarie, che dipendono sia dal tipo di struttura, sia dall’ambiente in cui deve essere posta, anche in relazione ad eventuali vincoli paesaggistici. Dal momento che le disposizioni possono variare da zona a zona, è sempre utile consultare il Regolamento Edilizio del proprio Comune. Nello specifico, affidandovi a Piemmegi, sarete guidati nella scelta migliore per le vostre esigenze che vi permetterà di usufruire dei servizi di assistenza, affiancandovi dal pre-vendita all’installazione in loco.

La copertura perfetta

Il primo passo da fare nella progettazione del proprio outdoor è senz’altro lo studio dell’orientamento della casa, da cui dipende la successiva suddivisione degli spazi in base all’uso. Per questa ragione vediamo alcuni spunti interessanti:

  • l’esposizione a nord e est, essendo il lato più freddo e meno luminoso della casa, consigliamo di valutare le strutture con copertura retrattile. Ideali sono la famiglia della Pergotenda in grado di riparare nelle prime ore del giorno, e avere la massima luminosità nel pomeriggio impachettando il telo
  • l’orientamento a ovest e sud, è il lato migliore e più luminoso, e se il vostro giardino è esposto in questa direzione potrete godere di una luce naturale per quasi tutto il giorno. In questo caso, il mondo delle Bioclimatiche offrono un comfort a 360°, grazie all’orientamento delle lamelle che fa entrare o meno la luce del sole, essenziale sopratutto nel periodo estivo.

La pavimentazione

Molte volte trascurato, la pavimentazione esterna è elemento su cui bisogna pensare sì all’estetica, ma anche alla funzionalità. In generale, si decidono dei materiali resistenti agli agenti atmosferici, ma questa non è l’unica caratteristica da tener conto:

  • Destinazione d’uso della pavimentazione: ad esempio, se  la zona del giardino verrà calpestata frequentemente, o dovranno passarci sopra macchine e biciclette, o se vicino ci sono fonti d’acqua o calore, può essere necessario valutare un tipo di pavimentazione più solida e resistente agli urti, come per esempio la pietra, evitando legno e altri materiali delicati.
  • Tipologia di terreno sottostante: prima di installare un pavimento da esterno, occorrerà eseguire un sopralluogo per valutare le condizioni del terreno sottostante. Potrà essere necessario effettuare operazioni additive, inserendo, per esempio, strutture isolanti per proteggere dal freddo, o drenanti per evitare il ristagno dell’acqua piovana.

L’illuminazione e chiusure laterali

Se la vostra casa si trova in campagna avrà sicuramente un esigenza diversa da chi possiede un terrazzo in centro a Treviso. Molte utili sono le nostre idee di chiusure e complementi in grado di soddisfare tutte le necessità, sia per chi vuole un pò di privacy con le tende zip, sia per chi desidera la massima luminosità ma con un riparo al vento, come le soluzioni scorrevoli tutto vetro.

Durante le ore serali e notturne, un elemento che non può mancare è un impianto d’illuminazione da esterno. Un’opzione esteticamente molto efficace è l’illuminazione a LED integrata nella struttura con cui è possibile creare giochi luminosi molto chic. Se invece volete stupire gli ospiti con un’atmosfera dal fascino orientale, delle lanterne traforate disposte qua e là faranno al caso vostro. 

Complementi d’arredo

Scegliere un arredamento minimale, con qualche pezzo di design accuratamente selezionato, permetterà di valorizzare al massimo il vostro giardino d’inverno, senza sacrificare la vista sull’esterno, vera protagonista di queste verande in vetro. Inoltre, se si vuole davvero creare l’idea di un ambiente armonico tra indoor e outdoor, perché non selezionare le stesse tipologie di piante e fiori sia all’interno sia all’esterno della casa? La scelta di materiali naturali e versatili come il legno, permette di realizzare un ambiente piacevole e rilassante, dallo stile classico ma, allo stesso tempo, di forte impatto visivo. Qualche esempio? Un grande tavolo in legno sbiancato con sedute coordinate, un divano creato con l’utilizzo dei pallet e sormontato da morbidi cuscini dalle tinte decise o ampi vasi nei quali collocare piante ad alto fusto, conferiranno uno stile capace di fondersi con l’ambiente naturale circostante.

Se si vuole, invece, dare un tocco più ricercato e romantico, il consiglio è quello di selezionare alcuni pezzi in ferro battuto, ammorbiditi da tessuti dalle tonalità pastello.

Conclusioni

Progettare il vostro outdoor quindi, non si limita solamente a installare una pergola ma si concentra nel soddifare le esigenze e bisogni. Del resto, come diceva il designer e architetto americano Charles Eames, “riconoscere il bisogno è la condizione primaria del design.”

Se avessi bisogno di altre informazioni che non hai trovato nel post, lascia pure un commento o inviami una mail a [email protected] Cercherò di risponderti il prima possibile.

Un caro saluto,
Thomas